Psicoterapia

psicoterapia adulti 

Adulti

 Il servizio di Psicoterapia è rivolto a quelle persone che soffrono di uno specifico disturbo psicologico o  stanno attraversando un momento di stress, difficoltà, sofferenza all’interno del proprio percorso di  vita. Durante il proprio cammino personale si possono verificare molteplici situazioni problematiche  che possono originare una richiesta di consultazione psicologica.

I periodi di crisi e confusione, minando l’equilibrio personale tra se stessi e gli altri, possono generare  un’assenza di punti di riferimento causata da una rivalutazione dei precedenti punti saldi, che  improvvisamente possono rivelarsi non più validi. Ci sono casi, ad esempio, in cui eventi imprevedibili e  dolorosi (lutto, separazione, divorzio, malattia…) possono irrompere nella vita di ognuno di noi  ripercuotendosi sul nostro equilibrio psicofisico. Altre volte un sintomo può caratterizzare una richiesta  di aiuto che la nostra mente non riesce ad esprimere in maniera differente, e che segnala un disagio  profondo e nascosto dalla quotidianità e dagli impegni di tutti i giorni.
La consulenza psicologica, dunque, si rivolge alle persone che attraversano un disagio che incide in  maniera soggettivamente significativa sul proprio benessere ed equilibrio psicologico o che presentano  un disturbo psicologico.

Gli scopi della Psicoterapia sono :

  • l’individuazione della problematica della persona che la richiede e l’attivazione delle sue risorse personali ai fini di poter affrontare al meglio le difficoltà attuali;
  • la progettazione dell’intervento più adatto (qualora se ne ravvisi la necessità) per quel tipo di difficoltà e la definizione degli obiettivi che si intende raggiungere attraverso l’intervento.

Infanzia e Adolescenza

Lo psicologo infantile lavora con le famiglie e per le famiglie.
Tratta il periodo dell’infanzia e le difficoltà che i bambini e gli adolescenti possono incontrare nel loro percorso di formazione.
Lo Psicologo che si occupa del periodo dell’infanzia e dell’adolescenza incontra anche i genitori, sostenendoli nel comprendere le cause dei disagi dei loro figli aiutandoli a costruire le possibili soluzioni.

Quando può essere utile?
Lo Psicologo che si occupa dell’Infanzia e dell’Adolescenza può essere utile prevalentemente in due campi: i disturbi specifici che possono interessare i bambini e gli adolescenti ad esempio:

  • Disturbo da deficit d’attenzione e iperattività (ADHD), Disturbo da deficit d’attenzione e comportamento dirompente;
  • Disturbo oppositivo-provocatorio, Disturbo della condotta;
  • Disturbo d’ansia: da separazione, generalizzata;
  • Fobie: scolare, sociale, monosintomatica;
  • Disturbo della regolazione, del sonno e dell’alimentazione;
  • Disturbi dell’evacuazione: enuresi ed encopresi;
  • Depressione;
  • Disturbo ossessivo-compulsivo;
  • Disturbo da stress post-traumatico;
  • Mutismo selettivo;
  • Difficoltà emotive e/o comportamentali;
  • Disagio giovanile: isolamento sociale (hikikomori), apatia, demotivazione, bullismo;

o per sostenere la famiglia durante quegli eventi di vita in cui la serenità familiare è messa a dura prova come:

  • Separazioni e divorzi;
  • Lutti e perdite;
  • Incidenti e Malattie.

sostegno genitori

Supporto Genitoriale

Se partiamo dal presupposto che nessuna persona nasce necessariamente con le giuste conoscenze per rivestire il ruolo fondamentale del genitore, è naturale pensare che particolari situazioni possano mettere a dura prova l’equilibrio familiare.
Nei momenti di difficoltà o tensione, i colloqui di sostegno alla genitorialità hanno tra le varie finalità quelle di:

  • sostenere e promuovere la consapevolezza del ruolo dei genitori, in quanto protagonisti attivi del percorso di crescita dei figli;
  • accrescere e rafforzare le competenze genitoriali soprattutto nei casi in cui la famiglia sta attraversando eventi stressanti;
  • rafforzare la comunicazione e la capacità di gestire i conflitti.

coppia

Coppia

In cosa consistono i colloqui psicologici di coppia?
Questo tipo di colloqui vengono fatti con la coppia e per la coppia: dunque non la famiglia allargata ai figli, non le due persone considerate separatamente. L’attenzione è focalizzata sulla relazione e sui cambiamenti che possono essere ri-costruiti per produrre più benessere, sia nel modo di comunicare, sia negli atteggiamenti da avere.

Qual’è l’obiettivo dei colloqui psicologici di coppia?
L’obiettivo è quello di fornire ai due partner una nuova chiave di lettura dei comportamenti propri e del partner nei momenti di crisi, ma soprattutto è quello di individuare ed applicare dei cambiamenti che possano ristabilire equilibrio e serenità, alla coppia.

Cosa succede durante i colloqui di coppia?
Durante i colloqui entrambi i partner discutono attraverso il confronto con lo psicologo dei loro pensieri e dei loro sentimenti, confrontando i diversi punti di vista e costruendo un nuovo modo di ‘essere’ nella coppia.

terapia cc

Trattamento Cognitivo-Comportamentale

Il modello Cognitivo-Comportamentale postula una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti, sottolineando come molti dei nostri problemi (tra i quali quelli emotivi) siano influenzati da ciò che facciamo e ciò che pensiamo nel presente, qui ed ora.

Il trattamento cognitivo-comportamentale, come suggerisce il termine, combina due elementi metodologici estremamente efficaci:

  • comportamentale: aiuta a modificare la relazione fra le situazioni che creano difficoltà e le abituali reazioni emotive e comportamentali che la persona ha in tali circostanze, mediante l’apprendimento di nuove modalità di reazione. Aiuta inoltre a rilassare mente e corpo, così da sentirsi meglio e poter riflettere e prendere decisioni in maniera più lucida.
  • cognitivo: aiuta ad individuare pensieri ricorrenti, schemi fissi di ragionamento e di interpretazione della realtà, che sono concomitanti alle forti e persistenti emozioni negative che vengono percepite come sintomi e ne sono la causa. Aiuta inoltre a correggerli, ad arricchirli, ad integrarli con altri pensieri più oggettivi, o comunque più funzionali al benessere della persona.

Il trattamento Cognitivo-Comportamentale è:

  • pratico e concreto;
  • centrato sul “qui ed ora”;
  • a breve termine;
  • orientato allo scopo;
  • attivo e collaborativo;
  • scientificamente fondato.